Friday, May 15, 2009

Considerazioni sulla Crypta Balbi


A Roma è aperto da 9 anni un museo sconosciuto anche se è proprio al centro di Roma in via della Botteghe Oscure, il Museo della Crypta Balbi che dovrebbe essere il museo della tarda antichità e dell'alto medioevo a Roma...PERFETTO! Un museo così è sulla carta interessantissimo e devo dire che l'esposizione è fatta molto bene con tutti i criteri più moderni e ottimi pannelli esplicativi (anche se un po' prolissi rispetto alle succinte e pregne informazioni che leggiamo nei musei esteri).
Ci sono però alcuni problemi: 1) Non è finito. Gli scavi continuano e c'è una potenzialmente vasta zona ancora da aprire per le esposizioni. 2) C'è già a Roma all'EUR lo "storico" Museo dell'Alto Medioevo risalente al 1967 (e con un'allestimento "d'epoca") con le sue 8 salette che nessuno visita e che dovrebbe essere accorpato alla Crypta Balbi per evidente omogeneità di contenuti...o no??!!! Inoltre nel Museo dell'Alto Medioevo c'è anche la supremamente bella SALA IN OPUS SECTILE DI PORTA MARINA da Ostia Antica che mi ha fatto rabbrividire per la ammirazione quando l'ho vista e che se esposta nella Crypta Balbi avrebbe il suo "spazio naturale". Rutelli disse all'epoca che varrebbe la pena di fare un viaggio a Roma solo per vedere questa incredibile opera...secondo me è forse l'unica volta in cui Rutelli abbia detto qualcosa di sensato nella sua vita. Peccato che l'affermazione non ha corrisposto alle azioni, lasciando un tale splendore nell'oblio senza promozione alcuna, mentre tutti si preoccupano per le più redditizie mostre (per carità, evviva le mostre, però ce ne sono alcune come quella recente a Castel S. Angelo sui marchi delle industrie italiane che fanno veramente accapponare la pelle e gridare allo scandalo per lo spreco di soldi pubblici) e non per il nostro PATRIMONIO STABILE. 3) La visita negli interessanti scavi con il/la custode che ti accompagna una volta l'ora per 5 minuti (gli altri 55 minuti sta seduto/a o al telefonino) e che non è autorizzato/a a spiegare, diventa un'incomprensibile enigma stratigrafico con gente che guarda i sassi chiedendosi se appartengono a età domizianea, all'epoca della guerra greco-gotica o se l'ha tirato lì un bambino delle medie in gita da Formia. Mi dicono che c'è una visita con guida solo una volta a settimana...
Certo un museo così è meglio avercelo in questa maniera che non avercelo per niente o tornare alla situazione di abbandono TOTALE di quando ero bambino io (ho 44 anni...), però bisogna migliorare sempre e soprattutto dare un'offerta museale interessante, fruibile e FARLA CONOSCERE con promozioni anche pubblicitarie come fanno in tutti i paesi civili del mondo. Ho una proposta: perchè non dedichiamo il 10% dello spazio televisivo degli incivili e disgustosi reality ai musei italiani con Alberto Angela o Valerio Massimo Manfredi che ci spiegano tutto??? Sicuramente l'audience sarà inferiore a quella che si avrebbe facendo vedere una bella zinnona, ma chissenefrega: siamo uomini e donne con sentimenti e non solo bestie da sesso intente a piaceri voyeuristici come ci considera il grande fratello...sono sicuro poi che se il programma è fatto bene l'audience non sarebbe poi tanto male...scommettiamo?

No comments:

Post a Comment